Mariolina in fondo al mare 4° episodio

Un giorno Mariolina si sveglia tutta infreddolita. Il mare è calmo calmo ma l’acqua è gelata. Mariolina batte i denti e non sa come fare per scaldarsi un po’. Si mette a nuotare verso il fondo del mare e comincia a pestare la sabbia con i piedi, a muovere le gambe, a agitare le braccia, ma il freddo non va via. Si dà tanti pizzicotti sulle guance e sulle mani, ma niente da fare.

Allora chiama il suo amico del cuore Orlando: “Aiuto, aiuto, ho tanto freddo e l’acqua è così gelata … Come posso fare?”

Orlando si guarda intorno e vede che gli amici pesci sono tutti svegli e nuotano insieme.

“Amici, Mariolina ha tanto freddo, aiutiamola!”

“Io non ho niente da darle per coprirsi” dice Pallina, tutta triste.

“Nemmeno noi” esclamano Leonardo, Aldo e Verdolina.

“Io posso abbracciarla con le mie tante braccia!” dice Millemani e va verso Mariolina.

Ma lei si allontana e dice: “Millemani, grazie, ma le tue braccia non sono calde e non mi possono scaldare”

Allora Orlando ha un’idea: “Nuotiamo tutti insieme all’insù! Andiamo veloci verso la superficie del mare: lì le onde sono più calde”

Cominciano a nuotare insieme e incontrano le onde piene di schiuma.

Le onde li chiamano: “Su, giocate con noi! Salite sulle nostre groppe e poi tornate a tuffarvi: è un bel divertimento”.

Mariolina con gli altri amici comincia a giocare. Tutti si divertono tanto… ma il freddo rimane. Brrrrrr …

 Quand’ecco che mentre sta sull’onda più grande sente due voci lontane: “Mariolina….Mariolina!”

Sono il re e la regina che l’hanno vista dalle mura del castello e la chiamano.

Mariolina li saluta tutta contenta e grida: “Mamma, babbo, voglio tornare da voi, voglio tornare a casa, voglio tornare al caldo della mia cameretta!”

Poi guarda i suoi amici e Orlando le dice: “Noi stiamo bene con te, ma sappiamo che devi tornare al castello, è quello il tuo posto. Però non ti dimenticare di noi!”

 Arriva una barchetta piccola e rossa, Mariolina salta dentro contenta.

“Ciao Mariolina, buon viaggio e ricordati di noi!” gridano i pesci.

“Ciao amici, anche nel mio castello vi ricorderò e presto tornerò a giocare con voi!”

E così Mariolina fa ritorno a casa. Il re e la regina preparano una bella festa: Mariolina è felice.

Fine della storia