4 gennaio, Il viaggio della Befana

Il secondo laboratorio progettato e attivato dalle Belle Storie in occasione delle feste natalizie presso lo spazio soci Unicoop  all’interno di Maremà  ha registrato presenze molto alte e un alto livello di gradimento da parte dei bambini partecipanti e delle loro famiglie. Numerosi i bambini che hanno partecipato senza prenotazione. La filosofia adottata è stata quella di accogliere tutti e per questo abbiamo lavorato per valorizzare le diverse abilità dei bambini e i vari gradi di apprendimento e di conoscenze. Si trattava di raccontare la storia del viaggio della Befana, in cui è stato valorizzato il momento dei preparativi, incoraggiati da Babbo Natale, che incontra la vecchietta e le raccomanda di andare dai bambini, perché loro la aspettano con ansia.

I giochi erano stati studiati proprio in questa direzione e anche i piccoli più resistenti sono stati catturati dal piacere di giocare insieme, coinvolti in attività diverse: è questo il punto di forza dell’Accademia delle Belle Storie, che imposta i laboratori sulla diversificazione degli approcci, volti a stimolare la partecipazione di tutti e la formazione del gruppo. Vincente l’idea di introdurre un teatrino abbastanza grande dal quale si sono presentati i personaggi protagonisti del pomeriggio, Babbo Natale e la Befana, che hanno narrato le loro storie.  A questo si  è affiancato il teatrino più piccolo dove i piccolissimi si sono introdotti nel gioco delle piccole rappresentazioni, fino a creare, almeno in certi momenti, due piani di lavoro paralleli.  A seguire, giochi di racconto costruito con gli interventi dei bambini, sollecitati e stimolati dai formatori, poi la presentazione delle figurine di carta, che hanno dato inizio al laboratorio di figure, in cui tutti si sono costruiti le loro Befane da portare a casa come ricordo del laboratorio.