17 gennaio, Niente litigi

I bambini sono arrivati numerosi e sono rimasti per l’intero tempo del laboratorio partecipando con impegno e divertimento. A nostro giudizio è da sottolineare il consenso riscosso presso i genitori, che nella maggioranza sono persone molto attente alla formazione culturale dei loro figli, oltre che al loro divertimento. Proprio da genitori di questo tipo provengono valutazioni molto positive e richiesta di informazioni dettagliate sul tipo di lavoro che viene svolto, sui testi di base, sui metodi di animazione, sul calendario degli incontri. Notiamo che i bambini sono molto attratti dalla successione delle attività, che anche oggi si sono alternate efficacemente, creando attesa e permettendo a tutti di partecipare. Si cominciano a notare gli appassionati e i fedelissimi . Evidenti anche gli effetti del passaparola. E, si sa, questo funziona se le attività proposte sono risultate gradite. Dodici bambini di varie età, tutti coinvolti: c’è dietro un lavoro intenso e a molte mani da parte dell’Accademia delle Belle Storie, che questa volta avevano affrontato un altro testo per l’infanzia di grande effetto e carico di una lezione non pesante o moraleggiante, ma vivace e vicina ai bambini, quella che proviene dagli effetti negativi della litigiosità, tra cui la realizzazione del noto proverbio “tra i due litiganti il terzo gode”; in questo caso il terzo è la volpe e i litiganti sono due simpatici conigli, che poi si alleano e fanno fuori la nemica.  Il racconto è molto duttile e adatto a varie trasposizioni.