Amici per forza

Un giorno Bigio e Bruno, due conigli vicini di casa, si svegliano indispettiti.

“ Che stai combinando, Bruno? Non riesco a dormire!” dice Bigio

“Quante storie, per qualche colpo un po’ più forte!” ribatte Bruno.

“Ah, è così? Ti sembra niente? Ora qualche colpo lo faccio assaggiare a te!” risponde Bigio.

E i  due cominciano un vero e proprio combattimento. Passa di lì la volpe e “ Che buoni bocconcini!  Me li sento già in bocca!”

Ma i conigli la vedono in tempo e si tuffano nelle loro tane.

“Sono stufa di essere presa in giro da due stupidi conigli … Devo trovare un aiutante … per prenderli, una buona volta”, dice la volpe indispettita.

Intanto arriva il lupo. “E’ vero, ci sono anche animali più forti di me, ma in questo bosco il più forte sono io!

Ma all’improvviso si alza un ventaccio e tutte le foglie degli alberi cominciano a frusciare. Il lupo ha paura e corre via. Quando ritorna indietro, tutti gli abitanti del bosco ridono di lui,ma in quel momento si affaccia la volpe e “Ho sentito tutto, fratello lupo. Hai bisogno di un aiutante, come me. Insieme possiamo fare  scintille! “

“Ben detto - dice il lupo – appostiamoci qui, uno da una parte e una dall’altra. Se qualcuno passa, lo catturiamo insieme. Così nessuno riderà più di noi!”

Lupo e volpe si nascondono ai lati del bosco. Passano di lì tre bambini.

“Ciao bambina, come ti chiami e dove vai in questo bosco? Non hai paura?” dice il lupo alla prima.

“Io sono Fiammetta  e non ho paura perché non sono sola … Non vedi i miei amici?

“Appunto, siete proprio un bel gruppetto invitante” interviene la volpe.

“Io sono Roberto e non ho tempo da perdere con voi, dobbiamo accompagnare la nostra amica Cappuccetto Rosso dalla sua nonna” dice il bambino.

“Proprio così, andiamo di fretta, anche le nonne di Roberto e Fiammetta abitano in questo bosco e vogliamo andare anche da loro” dice Cappuccetto Rosso.

“Ah, ah, ah … ! Credo proprio che non andrete da nessuna parte!” esclama il lupo e insieme alla volpe si avventa sui tre.

 “ Aiuto! Aiuto! Aiuto! – gridano in coro i bambini.

Tutto sembra perduto ma all’improvviso risuona una voce forte “Niente paura, ci sono io!”, mentre una zampona verde piomba su di loro e li porta in salvo.

Spunta il draghetto che dice ai due rimasti :“Ve l’avevo detto che non eravate i più forti!...”

“Basta, abbiamo capito davvero… non ci cascheremo più” dicono sottovoce Lupo e Volpe.