I nuovi laboratori delle Belle Storie

 

Unica idea performativa, tante e diverse traduzioni: questo il carattere dei laboratori settimanali di Accademia delle Belle Storie a Maremà. I bambini e le storie, si tratta di ascoltare, vedere, raccontare, mimare, costruire. Si parte da un soggetto, un protagonista di avventure divertenti non solo perché straordinarie, ma soprattutto perché vicine al quotidiano infantile, con l’aggiunta di una certa dose di indispensabile immaginario. Da quella prima traccia, tante variazioni quante sono le trovate dei bambini spettatori e ascoltatori, che senza avvertire stacchi di ruolo possono diventare a loro volta narratori e attori delle storie. L’obiettivo è abituarli a associare l’apprendimento all’interpretazione autonoma, come se esprimere e capire fossero la stessa cosa. Continua la lettura di I nuovi laboratori delle Belle Storie